Domande Generali2018-10-27T11:46:54+00:00

DOMANDE GENERALI

I LED sono diodi emettitori di luce. Questi sono componenti elettronici che convertono l’energia elettrica direttamente in luce attraverso il movimento di elettroni all’interno del materiale del diodo. I LED sono importanti perché, grazie alla loro efficienza e alla loro bassa energia, stanno iniziando a sostituire la maggior parte delle sorgenti luminose convenzionali.

Il termine illuminazione allo stato solido viene utilizzato perché l’elettronica produce luce direttamente dai materiali solidi in cui sono incorporati gli elettroni. Questo è diverso da altre tecnologie, ad esempio la tecnologia fluorescente , che richiede un mezzo di scarico gassoso per avviare la produzione di luce.

La tecnologia LED è in continua evoluzione. La rapida innovazione continua a migliorare le prestazioni dei LED quasi quotidianamente. L’impermeabilizzazione futura dei moduli LED consente ai produttori di apparecchi di illuminazione di passare da una generazione alla successiva generazione migliorata senza riattrezzamenti importanti o modifiche al design degli apparecchi , offrendo una retrocompatibilità con i conducenti.

I chip LED sono prodotti in massa in milioni e ci sono inevitabilmente lievi differenze nell’aspetto cromatico e nell’emissione luminosa. Il binning è un modo per classificare i chip in modo che tutti i LED di un determinato scomparto abbiano lo stesso aspetto e abbiano un’emissione luminosa simile.

Un motore di luce è l’ equivalente a LED di una lampada convenzionale. Essa è normalmente costituito da un LED di chip montato su un circuito che ha fissaggi elettrici e meccanici, che significa che è pronto per essere fissato al corpo illuminante . Si noti che il motore di luci non può essere costituito da un solo chip; può essere una matrice di 9 o 16, a volte con un rivestimento al fosforo.

I LED non hanno gas, filamenti e nessuna parte in movimento a fatica. Forniscono luce attraverso un processo one-step che si svolge all’interno del diodo. Non c’è vetro da rompere o contatti avvitati per allentare.

I LED sono costituiti da componenti elettronici che devono essere assemblati insieme per offrire all’utilizzatore una fonte di luce efficiente di lunga durata. Oltre al chip LED stesso che ha zaffiro e gallio nel semiconduttore, il processo di imballaggio con materiali come ceramica, fosfori di terre rare, silicone, saldatura e filo d’oro si aggiunge al costo complessivo. I LED bianchi richiedono ulteriori test per la calibrazione e la standardizzazione.
Sebbene il costo iniziale delle sorgenti luminose convenzionali sia inferiore a quello dei LED , i costi operativi e di manutenzione dei LED sono significativamente inferiori. I LED , avendo una vita più lunga, riducono la manutenzione e il costo di sostituzione della lampada. . Poiché i LED devono essere sostituiti meno frequentemente, il proprietario spende meno sulle nuove lampade e il lavoro necessario per cambiarle. Anche i LED  consumano meno energia; quindi il costo complessivo di un sistema a LED può essere significativamente inferiore a quello dei sistemi di illuminazione convenzionali. La maggior parte delle applicazioni con LED offre un periodo di ammortamento minimo da tre a quattro anni.
Alcune delle strategie per ridurre il costo dei LED in futuro sono:

  • Riduzione del processo di produzione.
  • Semplificazione e riduzione del numero di componenti.
  • Introduzione di nuovi materiali.

Ecco alcuni degli aspetti che devono essere presi in considerazione: quando

  • Apparecchio spaziatura e il layout.
  • Modi per impedire una visione della sorgente luminosa e ridurre al minimo l’ abbagliamento .
  • Ventilazione / raffreddamento di LED
  • Accesso al cablaggio
  • Accesso ai LED in caso di manutenzione o sostituzione.
  • Posizione di guida, se non integrato nel corpo illuminante .
  • Possibilità di commutazione / oscuramento o tipo di controllo e posizione.
  • La base della lampada / la posizione di fissaggio della vite del supporto.
  • La dimensione fisica della lampada a LED e come si inserisce nell’alloggiamento esistente.
  • Le caratteristiche elettriche dei LED rispetto al sistema esistente. (tensione di rete, bassa tensione, metodi di controllo).
  • La posizione e le dimensioni della superficie di uscita della luce in relazione al riflettore dell’apparecchio e rispetto alla sorgente luminosa originale.
  • La distribuzione della luce, il flusso luminoso e altre proprietà fotometriche come la temperatura del colore rispetto alla sorgente luminosa originale.
  • Il calore generato dal LED durante il funzionamento e la temperatura massima di funzionamento.

Le luci incorporate negli armadi possono essere dei seguenti tipi:

  • Luci a LED a bassa tensione con interruttore magnetico fornito in due componenti; uno è fissato sulla porta dell’armadio e l’altro sull’armadio stesso. Quando la porta viene aperta, il contatto viene interrotto e la luce viene inviata alla luce.
  • Il PIR si accende con un sensore di movimento a infrarossi che attiva la luce all’apertura dell’armadio.

I LED possono produrre raggi concentrati di luce a specifiche frequenze di luce. Mentre la luce solare comprende l’intero spettro della luce, i  LED possono essere progettati per emettere parti specifiche dello spettro luminoso che attivano determinati fotorecettori nell’impianto. Ad esempio, la luce blu promuove fototropismo e criptocromi che aiutano la germinazione e l’allungamento della pianta, mentre la luce rossa stimola i fitocromi che aiutano la pianta a fiorire nel momento migliore. La regolazione dello spettro della luce in base al ciclo di vita delle piante favorisce una crescita più rapida e una pianta più forte di quella che sarebbe prodotta in condizioni di luce solare.

Si noti che l’emissione luminosa dei LED diminuisce a temperature più elevate. Dovresti assicurarti che l’ apparecchio è adatto alle condizioni ambientali.

La maggior parte degli insetti è attratta principalmente dai raggi ultravioletti, che li aiutano a foraggiare, navigare e selezionare gli amici. Ad esempio, le falene indiane sono attratte da UV-365nm e luce verde-500nm. I LED non hanno contenuto UV e quindi non attirano molti insetti rispetto alle sorgenti luminose convenzionali.
In che modo i LED mantengono il cibo più fresco rispetto alle sorgenti luminose convenzionali?

I LED non emettono luce ultravioletta e non trasportano calore nel raggio, a differenza delle controparti convenzionali.Ciò aiuta a mantenere il cibo più fresco nei frigoriferi e nei magazzini frigoriferi.
Quali sono i vantaggi del LED rispetto al neon nelle applicazioni di segnaletica?

I LED  hanno i seguenti vantaggi rispetto al neon:

  • Consumo energetico: i LED utilizzano meno energia del neon per fornire la stessa emissione luminosa.
  • Versatilità: i LED offrono una gamma di prodotti e una configurazione di soluzioni molto più ampia rispetto ai neon.Le luci al neon hanno dei limiti dovuti alla natura con cui producono la luce e al modo in cui sono fabbricate.
  • Dissipazione del calore: i LED producono meno calore dei neon.
  • Sicurezza: le luci al neon funzionano ad alta tensione e non sono sicure se posizionate in luoghi in cui le persone possono toccarle.
  • Le luci al neon usano tubi di vetro fragili.
Che cosa è necessario prendere in considerazione quando si sceglie una fonte di luce per gallerie d’arte e musei?

È importante confrontare la distribuzione della potenza spettrale della sorgente luminosa (SPD), l’indice di resa cromatica (CRI), la temperatura del colore correlata (CCT) e la scala di qualità del colore (CQS) della sorgente di luce in relazione alla natura degli oggetti / visualizza per essere acceso. È necessario prendere in considerazione anche il livello di illuminazione necessario all’interno dell’esposizione e gli orari di apertura. Questa è un’area specialistica, e una corretta installazione di illuminazione richiede il consiglio di un consulente come il curatore.
In che modo la capacità di cambiare colore dei LED può essere vantaggiosa negli ambienti di vendita e di esposizione?

Negli ambienti di vendita al dettaglio e di esposizione in cui la gamma di prodotti cambia a seconda della stagione, i colori possono essere modificati per adattarsi al tipo di prodotto esposto. Ad esempio, le merci elettroniche potrebbero richiedere una luce bianca fredda, mentre per i tessuti potrebbe essere necessario un tono più caldo.Quando una stagione della moda diventa rossa come tema, il negozio può utilizzare un colore della luce con più rosso nel suo spettro per migliorare e far risaltare la vivacità del display.